BlogServiceHost.Create()

WCF & Azure - Il blog di Fabio Cozzolino

Recent Posts

Tags

My

Twitter

Community

Archives

Email Notifications

Social Bar Widget

November 2007 - Posts

European Silverlight Challenge

Lorenzo e Andrea ci segnalano che da qualche ora è attivo il portale italiano dedicato all'European Silverlight Challenge all'indirizzo: http://italy.silverlightchallenge.eu.

Tratto dal portale italiano:

Questa competizione è basata sullo sviluppo di un componente web o di una applicazione web utilizzando Silverlight per la sua user interface e con la sola condizione che sia pubblicata come Open Source (license MS-PL), di essere in grado di applicare tali componenti gratuiti al sito dello user group a quello di altre community tecniche. Questa competizione è organizzata nel tuo paese, e i vincitori delle competizioni locali, parteciperanno alla finale europea.

Il concorso, organizzato da INETA e Microsoft, nasce con l'intenzione di coivolgere gli user group mettendo in palio anche numerosi premi offerti dai vari partners. Il regolamento completo è disponibile qui.

Noi di .netSide abbiamo attivato un apposito thread del forum con l'intenzione di coinvolgere chiunque volesse proporre un progetto ed estenderlo agli altri membri della community. 

Allora?? Che altro aspettate?? Forze del sud italia, uniamociii ... Stick out tongue 

From Visual Basic 6 To ...

Per chi ancora non lo sapesse, è da qualche tempo online VB Migration Partner un tool, ancora in beta, che promette di convertire applicazioni Vb6 in Visual Basic 2005:

VB Migration Partner is an innovative conversion tool that helps you port VB6 applications to VB2005. It supports virtually all VB6 features and controls, and generates .NET Framework applications with fewer errors and in less time than any other conversion tool on the market.

Le promesse sono buone, anche perchè ho visto all'opera una delle precedenti versioni proprio durante il Workshop ".Net Present & Future" che abbiamo organizzato lo scorso 26 Ottobre 2006. Ebbene sì, il tool proviene dalle sapienti mani di Francesco Balena e di Giuseppe Dimauro due di noi, come direbbe qualcuno, perchè molto amici di .netSide, come dimostrato dalla partecipazione al prossimo evento su Sharepoint (a proposito, a breve nuove info ... stay tuned).

Ciauz..

 

Ps.: per questo post non sono stato pagato, non ho preso una lira/euro, non ho avuto copie in omaggio, etc..., la mia è semplicemente la volontà di far conoscere un prodotto che può tornare utile a qualcuno, non si sa mai ... Smile

Technorati:

Metti una serata in compagnia ...

Finalmente riesco a postare. Ragazzi, splendida serata. Grazie veramente a tutti. Stamattina, davanti alla macchinetta "infernale" Big Smile non ho potuto far altro che ridere (chi c'era sa perchè). Abbiamo parlato di tutto, dall'iPhone ad una famosa crostata che ora noi tutti aspettiamo, vero??

Serate come queste sono sempre l'occasione per rivedere con piacere vecchie e ritrovate conoscenze, parlare di tutto, svagarsi, conoscersi finalmente di persona e non più solo dietro a dei nickname. Serate come queste sono il vero fulcro delle attività di uno user group, anche dopo una pesante giornata di lavoro.

Agli assenti, avrete modo di rifarvi ben presto ...

Mercoledì ... .NET Pizza !!!

Per chi ancora non lo sapesse ... non lo sapete ?!?! Big Smile Mercoledì c'è la .NET Pizza !!! Una serata "Community" in compagnia. Parleremo di tutto a ruota libera e senza veli ...

Dato il numero di partecipanti vi preghiamo di aderire, se non lo avete fatto, con un post nell'apposito thread, così da consentirci la prenotazione di un tavolo adeguato Wink.  

A proposito ... ci si vede alle 20:00 presso la "Pizzeria Tarantini Al Cancello Rotto". Personalmente è la prima volta che ci vado, ma "qualcuno" Big Smile me ne ha parlato bene. Se avete altre proposte fatevi pure avanti, non siate timidi ...

Tags:

MSDN Italia Blog

Da quasi un mese è attivo il blog di MSDN Italia. Non lo sapevo e ho subito riparato alla mancanza sottoscrivendo il blog Wink.

Notizia fresca ripresa dal blog di Andrea.

[OT] Tutankhamon e la Valle dei ... ???

Stavo leggendo questo articolo ed in particolare questa frase: "... La già sovraffollata Valle dei Templi subirà così un assalto ancora più massiccio... ". Mmmm... Valle dei Templi ... Valle .. dei .. Templi !?!?

Ma non sarà mica che la mummia di Tutankhamon sarà esposta nei pressi di Agrigento?? Oppure volevano dire Valle dei Re??

Ma perchè non si documentano prima di dire certe castronerie ???

 

Posted: Nov 05 2007, 07:49 PM by Fabio.Cozzolino | with no comments
Filed under:
[WCF] Custom Username Authenticator

L'autenticazione con l'uso di username e password è una delle modalità ancora più diffuse. Anche in WCF è possibile autenticare un consumer utilizzando questo tipo di credenziale. Sfruttando lo Username Token Profile di WS-Security è infatti possibile trasportare le credenziali all'interno del messaggio. Il meccanismo è comunque rischioso dato che le credenziali viaggerebbero in chiaro. WCF, però, ci "costringe" ad utilizzare una modalità di sicurezza compatibile per proteggere le informazioni del messaggio (https o WS-Security con Encryption e Signature).

In WCF esistono dei meccanismi "nativi" per l'autenticazione tramite username e password. E' possibile infatti "appoggiarsi" a Windows oppure sfruttare il Membership provider di ASP.NET. Nel nostro caso vedremo, invece, come implementare una soluzione custom per validare le credenziali fornite.

Definiamo innanzitutto la modalità di sicurezza nel binding che andremo ad utilizzare (WSHttpBinding):

<wsHttpBinding> <binding name="myBinding"> <security mode="Message"> <message clientCredentialType="UserName"/> </security> </binding> </wsHttpBinding>

Definiamo correttamente il behavior per impostare il nostro validator:

<behaviors> <serviceBehaviors> <behavior name="myBehavior" > <serviceCredentials> <userNameAuthentication userNamePasswordValidationMode="Custom" customUserNamePasswordValidatorType="UserNameValidator, App_Code"/> </serviceCredentials> </behavior> </serviceBehaviors> </behaviors>

Ora non ci resta che implementare il nostro validator:

public class UserNameValidator : UserNamePasswordValidator { public override void Validate(string userName, string password) { if (userName != "fabio" && password != "miapassword") throw new Exception("Username o Password non validi."); } }

L'implementazione del validator prevede molto semplicemente la verifica della username e della password fornita. Se le credenziali non corrispondono viene generata una eccezione. In caso contrario il metodo termina correttamente e viene consentito l'accesso.

Sul client, dopo aver generato il proxy con l'Add Service Reference, è sufficiente impostare le credenziali in questo modo:

MyServiceClient client = new MyServiceClient(); client.ClientCredentials.UserName.UserName = "fabio"; client.ClientCredentials.UserName.Password = "miapassword"; Console.WriteLine(client.MyOperation1("Fabio")); Console.Read();

E' importante sottolineare che, in una implementazione reale, il validator dovrebbe verificare le credenziali fornite invocando le relative classi della nostra applicazione che a loro volta si interfacciano con il proprio data source.

bye

Posted: Nov 01 2007, 11:46 PM by Fabio.Cozzolino | with no comments
Filed under: