BlogServiceHost.Create()

WCF & Azure - Il blog di Fabio Cozzolino

Recent Posts

Tags

My

Twitter

Community

Archives

Email Notifications

Social Bar Widget

April 2010 - Posts

Lancio di VS2010 e ASP.NET 4.0 Screencasts

In occasione del lancio di Visual Studio 2010 parte una serie di screencasts su ASP.NET 4.0 a cura di Andrea. Il format prevede davvero pochi minuti per illustrare in maniera molto pratica le funzionalità introdotte.

Potete scaricare i vari screencast e poi vederli offline. Ovviamente inviateci i vostri feedback … Big Smile

Andrea è un vulcano di idee, quindi penso proprio che questo è soltanto l’inizio …

Slide e codice della sessione su WCF 4.0 e AppFabric

Con un po’ di ritardo, aimè, ho pubblicato le slide e il codice sorgente che ho utilizzato durante la mia sessione su WCF 4.0.

Ovviamente se avete dubbi o domande in generale, sono a disposizione.

La famiglia cresce…

Sono davvero felice di annunciare l’ingresso nello staff di DotNetSide di due nuovi membri che negli ultimi tempi sono stati davvero molto attivi aiutandoci nelle diverse nostre attività: Andrea Colaci e Leonardo Alario.

I due sono già all’opera per portare il loro importante contributo. Voi non sapete ancora cosa vi aspetta … Big Smile

WS-Discovery in WCF 4.0

Durante la sessione che ho tenuto all’evento di lancio di Visual Studio 2010, ho parlato dell’implementazione WCF della specifica WS-Discovery.

In breve: Web Service Dynamic Discovery 1.1 (WS-Discovery) è una specifica, proposta da Microsoft e ora standard OASIS, che permette di “rintracciare” in una rete locale uno o più servizi che rispondono a specifici criteri, come ad esempio l’implementazione di un contratto. Il servizio dichiara uno specifico endpoint che lo rende “rintracciabile” e visibile ai client. Il tutto avviene utilizzando il protocollo UDP e la specifica SOAP-over-UDP.

Mi è stata posta questa domanda:

Posso usare WS-Discovery per cercare servizi disponibili su Internet?
La risposta, la stessa che ho dato in quell’occasione, è semplicemente: NO. La specifica esplicitamente dichiara che il supporto al discovery su internet non è un requisito e non è nata con quello scopo. Onestamente non lo ritengo un grosso limite, ma una ben precisa scelta per ottimizzare la natura della specifica.

Ma allora qual’è lo scopo di WS-Discovery? 
Riprendo le parole di Alessio Mannelli di Microsoft:

"Il modello di Discovery è, o sta diventando, necessario in un mondo dove la ”composabilità” delle applicazioni diventa asset fondamentale dell’ecosistema applicativo di una azienda; applicazioni dinamiche per loro natura che, semplicemente, è impossibile connettere a design-time oppure a deployment-time; c’è sicuramente necessità di un modello di “connessione” dinamica a runtime, un modello che valorizzi tutti gli asset di una azienda.

Con il crescere della complessità nelle applicazioni SOA oggi sviluppate, diventa difficile e complesso coordinare la presenza dei vari servizi il cui indirizzo spesso non è determinabile a design-time. Risulta quindi indispensabile un modello standard ed interoperabile (esistono implementazioni per Java e Pyhton) che a runtime ci permetta di rintracciare gli endpoint dei servizi, anche quelli che non sempre sono in esecuzione (dynamically connected), ed usarli nella nostra soluzione.

Alessio ha curato due articoli, sul blog di Mario Fontana, che parlano di WS-Discovery:

Quindi se voglio cercare un servizio su internet cosa devo usare??
A bè, per quello ci “sarebbe” UDDI … ma questa è un’altra storia …

Spero di aver fatto un minimo di chiarezza anche per chi non era presente all’evento…

bye

Posted: Apr 07 2010, 03:28 PM by Fabio.Cozzolino | with 1 comment(s)
Filed under:
MVP 2010 !!!

Ragazzi, davvero non ho parole. Sono stato nominato MVP nella categoria Connected System Developer per l’anno 2010. Ancora non ci credo.

L’MVP è un riconoscimento per l’attività nelle community nell’anno precedente alla nomina. Essere nominati MVP è una spinta a far sempre di meglio e rappresenta, senza dubbio, un punto di partenza e non un punto di arrivo.

Ringrazio Vito, Tiziana e Mario senza il cui supporto sicuramente .netSide non esisterebbe. Ringrazio tutti coloro che hanno permesso questo ma soprattutto tutti quelli che in qualche modo “gravitano” intorno alla nostra community, partecipando ai nostri eventi in maniera sempre più attiva.

Beh… ora al lavoro… nei prossimi mesi ci saranno davvero grandi ed importanti novità.

Grazie

Un’altro evento è fatto…

Evento concluso con successo!!! Ben 90 partecipanti incollati alla sedia per tutto il pomeriggio (il che significa dalle 14 alle 20). Abbiamo sforato solo un pochetto… ma credo ne sia valsa la pena anche perchè gli argormenti, decisamente interessanti, andavano approfonditi. In questi giorni proverò, e spero di riuscirci, ad approfondire alcuni degli argomenti trattati.

Ringrazio Pietro e Andrea per la loro partecipazione, e ringrazio “i volontari” che hanno accolto i partecipanti all’inizio dell’evento Big Smile.

Andrea ha condiviso alcune foto qui.

Sono disponibili anche i moduli di feedback online. La compilazione da parte vostra è importante ed utile per capire gli errori e tentare di migliorare.

Il prossimo evento è già in preparazione … stay tuned!!!