BlogServiceHost.Create()

WCF & Azure - Il blog di Fabio Cozzolino

Recent Posts

Tags

My

Twitter

Community

Archives

Email Notifications

Social Bar Widget

September 2011 - Posts

Workshop: Future Development Day

Riprendiamo gli appuntamenti DotNetSide con un workshop tutto dedicato alle novità su HTML5, Kinect SDK e soprattutto Windows 8.

http://dotnetside.org/content/FutureDevelopmentDay.aspx

Vi consiglio di non mancare perchè ne vedremo davvero delle belle.

Ci vediamo il 14 ottobre al Rondò Hotel.

Storiainformatica: ad Avellino si parla anche di Cloud Computing

Sabato prossimo, 24 settembre, avrò il piacere di partecipare come ospite ad un evento un po’ particolare: l’History Tech Day - Comunicando, da strumenti di calcolo a strumenti di comunicazione. Organizzato dalla community DotNetCampania e da Microsoft, all’interno di un percorso più ampio che terminerà il 2 ottobre, ha come tema principale la storia dell’informatica.

Ovviamente io parlerò di Cloud Computing e in generale del mondo delle applicazioni distribuite, del modo in cui l’evoluzione informatica cibanner_comunicando_piccolo ha condotti ad avere piattaforme, ad esempio, basate su Windows Azure. Non mancheranno, quindi, cenni storici e case history.

Il “parterre” è d’eccezione dato che interverranno, dopo l’introduzione del prof. Michele DI SANTO, Michele Aponte, Massimo Bonanni, Roberto Freato e Giorgio Garcia-Agreda.

L’evento si terrà ad Avellino a partire dalle 09:00. Per partecipare potete registrarvi qui.

Vi aspettiamo Smile

SQL Azure improvements in Q2 2011

What’s New in SQL Azure Management Portal? (Part II of II)

E’ stata rilasciata ieri una nuova versione di SQL Azure che condivide molte caratteristiche con la nuova versione di SQL Server codename “Denali”. Molti di questi “improvements” sono disponibili attraverso il Management Portal, che è stato in parte rivisitato per consentire una interfaccia più user-friendly.

Tra le novità presenti, che potete leggere qui e qui, quella a mio parere più rilevante riguarda la possibilità di eseguire l’esportazione dei dati direttamente dal Management Portal utilizzando il Blob Storage. La modalità illustrata nel mio libro su Windows Azure da Andrea Benedetti è comunque sempre valida, ma qui si affianca una maggiore semplicità grazie all’interfaccia grafica.

SQLAzureMPImprovements

Potete leggere tutte le novità qui:

Role instances recycled for a certain amount of times during an update or upgrade operation.

Dopo aver aggiornato il mio SDK alla versione 1.4, quasi ogni aggiornamento di un package su Azure mi provoca questo errore:

Role instances recycled for a certain amount of times during an update or upgrade operation. This indicates that the new version of your service or the configuration settings you provided when configuring the service prevent role instances from running. The most likely reason for this is that your code throws an unhandled exception. Please consider fixing your service or changing your configuration settings so that role instances do not throw unhandled exceptions. Then start another update or upgrade operation. Until you start another update or upgrade operation, Windows Azure will continue trying to update your service to the new version or configuration you provided.

Sostanzialmente il kernel di Windows Azure tenta di eseguire l’upgrade diverse volte senza successo. Dal portale non è possibile eseguire più nessun upgrade (i pulsanti sono disabilitati) e quindi abbiamo apperentemente le mani legate.

In realtà l’unica possibilità è quella di provare un Reimage. Ed è proprio quello che ho fatto (con una istanza bloccata…peggio di così Open-mouthed smile). A quel punto, magicamente, il processo di upgrade è terminato correttamente.

Consultandomi con il supporto Windows Azure, mi hanno comunicato che sono al lavoro sull’anomalia ed effettivamente il problema si risolve solo con un re-image. Sarà comunque risolto con la versione 1.5 dell’SDK, attualmente in CTP.

Attenderò impaziente… Nerd smile

Fast boot on Windows 8

I tempi di Windows 8 sembrano….IMPRESSIONANTI!

Fast boot times in Windows 8

Sul blog “Building Windows 8”, Steven Sinofsky illustra cosa è stato fatto e come possiamo intervenire per per modificare il meccanismo di startup.

A quanto pare, si tratta di un sistema ibrido che, differentemente dall’avvio “a freddo”, sfrutta l’ibernazione per quello che riguarda la sola sessione del kernel (session 0), decisamente più piccola rispetto all’intero processo di ibernazione e quindi con conseguenti tempi molto più rapidi.

Si tratta sicuramente di un miglioramento decisamente importante, ma mi sembra di vedere un modo per “aggirare” i problemi di lentezza dell’avvio. Sostanzialmente mi sembra, ma forse mi sbaglio, che siano intervenuti sulle modalità di avvio semplicemente ibernando una fase critica, invece di risolvere i problemi di performance derivanti da un uso intensivo.

Ad ogni modo… la BUILD si avvicina e ne sapremo sicuramente di più!