June 2007 - Posts

Qualche giorno fa, è stata rilasciata la notizia dell'imminente commercializzazione di Microsoft Surface, ovvero un computer-tavolino (così possiamo definirlo ) dotato di multi-touchscreen che permette le normali funzioni del PC semplicemente cn le mani e senza tastiera e mouse. Quando la notizia è stata pubblicata in Italia su Punto Informatico, ha scatenato diversi commenti che, in linea di massima, si soffermavano sul fatto che Microsoft avrebbe scopiazzato il progetto a diversi ricercatori di università (tra cui quella di Firenze) e aziende del settore informatico nel mondo. Ovviamente la notizia è stato il pretesto di un'ennesima discussione contro Microsoft, a favore di Linux e all'Open Source in genere (al quale, devo ammettere, sono anche io vicino, ma non in modo così sragionato) e Mac. Anche io sono piuttosto scettico su alcuni punti, pur considerando questa nuova concezione di computer piuttosto innovativa, ad esempio:

  1. Davvero MS Surface permette la connessione di dispositivi wireless senza installazione di driver?
  2. E sicuro per le carte di credito e per tutte le altre credenziali?
  3. Possibile che Microsoft abbia sviluppato un SO più innovativo di Vista, in poco tempo?

Ovviamente per rispondere a queste domande basta un'attento esame empirico, corredato anche da dimostrazioni anche teoriche seppure ragionate. Alcune persone hanno commentato la notizia dicendo che Linux è il migliore perché ha il codice aperto (e Mighell ha già risposto in un suo vecchio post all'incirca così: alla fine non lo si tocca neanche il codice del kernel e quindi questa apertura non ha una grande utilità per l'utente medio...perdonami per la citazione modificata e gratuita ), senza basarsi nemmeno su di un attento ragionamento e che quindi vanno considerati dei fanatici dell'Open Source.

Detto questo, Microsoft Surface è una delle tante novità che tentano di migliorare la vita delle persone, il che dovrebbe essere un punto fondamentale dell'informatica. Consideriamola per quello che, ovvero un'innovazione senza parlare di un plagio, che fino ad ora non è stato affermato da nessuno dei ricercatori già coinvolti in queste tecnologie (anche perché ricordiamoci che Gnome somiglia alla GUI di Mac e KDE a quella di Windows, quindi andiamoci piano).

 

P.S.: Tengo a precisare che in questo post non voglio prendere le difese di Microsoft, ma esprimere solo considerazioni personali .

Posted by pisquik | with no comments
Filed under: ,